venerdì, febbraio 26, 2010

ViviDown vs Google

ViviDown ha denunciato Google ed ha vinto in primo grado: ci sono alcune considerazioni che mi sono sembrate spontanee...

Se la legge e' stata violata, la legge violata e' idiota: gia' pareva a molti che la legislazione italiana in materia di privacy fosse un gran vaccata. Oggi l'Italia ha appena subito uno sputtanamento planetario. Abbiamo appena reso noto ad ogni investitore del pianeta terra, che qui la legge prevede che le attivita' su Internet dovranno essere vietate o reinventate con un aumento di costi perche' ogni singola foto, commento, filmato e/o file audio andra' preventivamente controllato, non su Google, ma su qualunque sito (anche estero).

Nel contempo sul telegiornale l'altra notizia e' una "piccola truffa", ma si tratta solo della truffa del secolo, portata avanti per anni: giusto per mostrare come la legislazione funzioni bene, poi vediamo quanto ci vuole perche' i responsabili della truffa finiscano in galera, dato che questo e' il paese della "Parmalat Affair".

E' ovvio che qualunque filmato su qualunque persona picchiata, non meriterebbe diffusione, ma mi pare che nel caso specifico il filmato sia l'unica prova circostanziata che attesti la violenza stessa: senza il caso neanche esiste, per fortuna il delirio degli assalitori li ha spinti a filmare l'evento ed a pubblicarlo in rete, cosi' sappiamo che e' successo e ci sono le prove per arrestarli...

... gia' ma hanno arrestato qualcuno per questo reato (l'aggressione?): l'avvocato di ViviDown, preso dalla foga della causa piu' inutile del mondo, si e' dimenticato che l'interesse di chiunque venga aggredito e' trovare i responsabili, assicurarli alla legge, impedire che l'atto si ripeta... evidentemente questo non era il punto piu' importante per ViviDown.

In compenso spero che per logica nei comportamenti ViviDown si auspichi che il filmato sia distrutto e non usato come prova verso gli aggressori, dato che ha un'origine fraudolenta Google non doveva permettere di pubblicarlo, l'evento non doveva cosi' diventare noto, infine l'aggressione doveva rimane un fatto sconosciuto ed impunito.

La mente umana rimane per me un mistero: perdere tempo a parlare di ViviDown mi pare un insulto stesso a chi e' stato aggredito e malmenato (avessero aggredito me, io ora farei causa a ViviDown). Spero che qualcuno abbia informazioni su che fine hanno fatto gli aggressori quello che un REATO e GRAVE l'hanno certamente compiuto, quelli che vorremmo vedere in prima pagina sul giornale od al telegiornale perche' simili atti non si ripetano e per monito a tutti ... grave reato, pena certa.

Chi sapesse che fine hanno fatto gli aggressori, lo renda noto.

Nessun commento: