lunedì, ottobre 15, 2007

PEC : sono piu' i certificatori che gli utenti

La posta PEC, la posta certificata, sembra essere fonte di ispirazione infinita nella Pubblica Amministrazione: avere una casella di posta PEC e' necessario attivare una serie di procedure tecniche e burocratiche, al fine di garantire la validita' del servizio "di posta certificata".

La demenza della PEC associata alla PA e' che tra un po il numero di pubbliche amministrazioni che forniscono la PEC superera' il numero dei fornitori "privati" (non statali, non di aziende al 100% controllate o possedute dallo stato).

Scopo di questo : nessuno.

Tutti forniscono lo stesso servizio, QUANDO LO FORNISCONO, perche' in realta' molti di questi "fornitori" in realta' si occupano solo di una vendita "interna" alla PA stessa: una specie di mostro che produce se stesso, fagocita se stesso ed ha un'unico scopo..... esistere, resistere, occupare spazio..... basta solo che non si produca alcun che mentre si fagocita se stessi.


La barzelletta e' che il numero dei certificatori della PEC nella PA, tra un po superera' il numero dei CERTIFICATI.... degli utenti..... che gia' da anni dovevano utilizzare la PEC, nel mentre di cio', i costi della PEC aumentano, il mercato della PA si riduce, ed a oggi la PEC non serve a niente, se non a comunicare cose "burocratiche" ... laddove si faceva prima a BUTTARE via la parte burocratica stessa che non a trovare nuovi modi per perdere tempo e consumare denaro inutilmente.

Nessun commento: